Skip to content

Irlanda: il mio tour dell’Ovest

17 agosto 2011
Cartina Irlanda

Mappa Irlanda

PREMESSA: nei prossimi articoli il resoconto del mio ultimo e più recente viaggio in Irlanda. Nel Paese meta preferita dei miei viaggi, questa volta la destinazione è la rinomata West Coast, in un viaggio qui raccontato, con la speranza che possa essere d’aiuto e ispirazione.

Un consiglio: per gli spostamenti meglio affittare un’auto. Nonostante ci siano molte possibilità di trovare tour organizzati anche sul momento e i mezzi pubblici risultino ben organizzati, l’auto offre la possibilità di esplorare autonomamente zone meno frequentate, alla scoperta dei piccoli centri più caratteristici. Bisogna solo prendere un po’ di dimistichezza con la giuda “al rovescio”! 🙂

Non è invece necessario prenotare in anticipo il pernottamento, si riesce con tranquillità a trovare soluzioni comode ed abbordabili direttamente sul posto: soprattutto nelle zone più turistiche abbondano b&b e guesthouses.

Annunci

Golosaria: un week end nel Monferrato

6 marzo 2011

Con un leggero ritardo, colgo l’occasione per segnalare un’iniziativa nel cuore del Monferrato: venerdì 4 marzo è stata inaugurata ad Alessandria Golosaria 2011. Si tratta di una fiera gatronomica, in cui espositori selezionati provenienti da tutta Italia presentano i propri prodotti artigianali. Eventi connessi a Golosaria si alternano in tutta la provincia, per poi spostarsi in altre città, attraversando il nord Italia.

Sabato scorso la protagonista è stata Casale Monferrato: un modo originale di scoprire una cittadina ricca di storia e monumenti. Le bancarelle si snodavano all’interno del castello, del quale era possibile visitare le segrete. Accanto una mostra fotografica (Piemontesi Metafisici) e una cantina aperta per la degustazione di numerose tipologie di vino.

Golosaria

Logo di Golosaria 2011 - Monferrato

A parte alcune piccole annotazioni personali (sulle strtegie di marketing e sulla logistica), i curiosi hanno partecipato numerosi. A mio parere è stata una buona occasione per riscoprire il Monferrato: un territorio che, insieme a tutto il basso Piemonte, merita una maggiore valorizzazione considerando le ottime potenzialità!

Pordenoneorchidea

26 febbraio 2011

Questo post è dedicato agli amanti dell’orchidea, fiore affascinante per eccellenza. Dal 5 marzo prende il via la Pordenoneorchidea, fiera dedicata a tutti gli appassionati. L’evento è giunto alla dodicesima edizione e si svolgerà a Pordenone.

Oltre ad esposizioni e bancarelle, saranno organizzate anche conferenze per conversare e imparare come prendersi cura delle proprie piante, laboratori creativi e concorsi.

E per rstare in tema del blog, parlando di vacanze, alla fiera si potranno ricevere informazioni su come riceere assistenza per la cura delle piante durante le ferie!

 

Ramo di orchidea

Orchidea

Savona lancia un progetto di customer satisfaction

24 settembre 2010

Mi fa piacere segnalare un progetto interessante lanciato dall provincia di Savona: si tratta di un’analisi del grado di soddisfazione a livello turistico.

Tutti i dettagli nel video.

Fiera del Riso – Risitaly 2010

21 settembre 2010

Riprendo a scrivere per segnalare un’iniziativa che mi è sembrata interessante: parlo della Fiera del riso, che da alcuni anni richiama un nutrito pubblico.

La manifestazione è a Isola della Scala (Vr), ed è un’occasione per promuovere la provincia con uno dei prodotti locali. All’interno dei due tendoni si può scegliere tra diverse specialità a base di riso, partendo dai numerosi risotti, per passare a curiosità (come la pizza di farina di riso) e ai dolci. Insomma, un unico protagonista! Immancabile, inoltre, la degustazione (gratuita) dei vini locali più famosi.

Le bancarelle tutt’intorno offrono anche la possibilità non solo di acuiquistare direttamente la materia prima, ma anche di scoprirne usi insoliti, come, ad esempio, l’impiego che se fa nei prodotti per la cura del corpo o nella produzione di liquori.

Buona degustazione!

Finnegan’s Wake

7 luglio 2010

Traditional Irish ballads

Harper


Ah Tim Finnegan lived in Walkin Street,

A gentleman Irish mighty odd

Well he had a brogue both rich and sweet,

And to rise in the world he carried a hod

Ah but Tim had a bit of tippler’s way

With love of the liquor he was born

An`to send him on his way each day,

He’d a drop of the craythur every morn

Whack fol the dah now dance to yer partner

Around the floor yer trotters shake

Isn`t it the truth I told you?

Lots of fun at Finnegan’s Wake

Ah one morning Tim was rather full,

His head felt heavy which made him shake

He fell off the ladder and he broke his skull,

And they carried him home his corpse to wake

Well they wrapped him up in a nice clean sheet,

And they laid him out upon the bed

A bottle of whiskey at his feet

And a barrel of porter at his head

Well his friends assembled at the wake,

And Mrs Finnegan called for lunch

First she brought in tay and cake,

Then pipes, tobacco and brandy punch

Then the Widow Malone began to cry,

“Such a lovely corpse, did you ever see,

Arrah Tim avourneen, why did you die?”,

“Will ye hould your gob?” said Molly McGee

Oh well Mary Murphy took up the job,

“Biddy” says she “you’re wrong, I’m sure”

Oh well Biddy fetched her a belt in the gob

And left her sprawling on the floor

Well civil war did then engage,

Woman to woman and man to man

Shillelagh law was all the rage

And a row and a ruction soon began

Oh well Tim Maloney ducked his head

When a bottle of whiskey flew at him

He ducked and landing on the bed,

The whiskey scattered over Tim

Oh bedad he revives, see how he rises,

Tim Finnegan rising in the bed

Saying “Twiddle your whiskey around like blazes,

Thunder and Jaysus, do ye think I ‘m dead?”

Cork nella top 10 delle città da visitare

9 giugno 2010
Fiume Lee, Cork

Cork, visuale notturna

Non potevo non dedicare un post a Cork, terza nella classifica stilata da Lonely Planet sulle 10 città da visitare nel 2010.

Secondo centro dell’Eire dopo Dublino per importanza, la città ribelle ha iniziato ad assumere importanza internazionale nel 2005, quando è stata eletta capitale europea della cultura.

Situata nel sud-ovest dell’isola, Cork City è un porto importante, una realtà giovane, dinamica e cosmopolita che, tuttavia, non ha mai perso la dimensione a misura d’uomo tipicamante irlandese. Il centro è costruito su un’isola, galleggiante tra i due bracci del fiume che l’attraversa: il Lee; tutt’intorno le colline.

Capitale dell’omonima contea, si è guadagnata l’appellativo di città ribelle a causa del profondo senso delle tradizioni gaeliche che la contraddistingue: opponendosi all’anglicizzazione, ha da sempre lottato per slegarsi dalla capitale filo-britannica.

Le attrattive sono moltepilci, ma il fulcro della città resta la UCC, una delle università principali sul piano nazionale.